EconomiaNotizie

La CNMV non vede alcun motivo per Siemens di lanciare un'acquisizione di Gamesa | economia

La National Market Commission (CNMV) ha informato Iberdrola che "non apprezza oggi" alcun motivo per rivedere l'esenzione dall'obbligo di formulare un'offerta pubblica di acquisto (OPA) di azioni che ha concesso a Siemens nella fusione della sua divisione eolica con Gamesa.

Nel corso dell'ultima assemblea generale degli azionisti di Siemens Gamesa, il gruppo tedesco, azionista di maggioranza del produttore di turbine eoliche con una partecipazione del 59%, abbatté le iniziative che Iberdrola propose per il suo approvazione, in cui ha richiesto di affrontare la ratifica del mantenimento della sede centrale del gruppo in Spagna e un rafforzamento del governo societario della società in relazione alle operazioni connesse.

In un evento rilevante riferito al CNMV, Iberdrola, che possiede la L'8% di Siemens Gamesa, ricorda di aver informato l'autorità di vigilanza sul risultato della riunione, che nel caso della proposta sul governo societario includeva con il supporto di circa il 75% delle azioni concorrenti all'assemblea nelle mani di terzi diversi da Siemens o dalla stessa compagnia elettrica ", nonché alcune questioni correlate, informazioni che sono state incorporate nelle funzioni di vigilanza svolte dalla CNMV".

Tuttavia, il corpo presieduto da Sebastián Albella ha informato Iberdrola che "non apprezza oggi" le ragioni per la revisione dell'esenzione per il lancio di un'offerta pubblica di acquisto concessa a Siemens. Nonostante ciò, Iberdrola ha richiesto diverse informazioni aggiuntive relative al governo societario di Siemens Gamesa "con l'obiettivo di dare loro il trattamento adeguato", aggiunge la società energetica, che sottolinea che "continuerà a collaborare con il CNMV, con l'obiettivo di la difesa adeguata dell'interesse sociale di Siemens Gamesa Renewable Energy e la protezione di tutti i suoi azionisti di minoranza. "

Dalla fine dell'anno scorso, il presidente di Iberdrola, Ignacio Sánchez Galán, non ha nascosto la sua opposizione alla gestione da parte Siemens del gruppo derivante dalla fusione di Gamesa con la divisione eolica della società tedesca, ha affermato che la società continuerà ad esercitare il suo ruolo di minoranza.

Accordo tra azionisti

Iberdrola ha sostenuto l'operazione di fusione chiusa lo scorso anno le condizioni riguardanti la gestione e il governo societario della nuova Gamesa e il gruppo tedesco si sono impegnati a mantenere la finale la natura industriale dell'operazione, che ha permesso di essere esentata dall'obbligo di lanciare un'offerta di acquisto al 100%. L'accordo firmato nella fusione tra Iberdrola e Siemens stabilisce che in caso di violazione da parte della Germania di uno qualsiasi degli obblighi e Impegni dell'accordo, la società energetica spagnola avrebbe il diritto di vendere la propria quota alla società tedesca.

In tal caso, Iberdrola potrebbe esercitare il diritto di vendere le proprie azioni a 22 euro o al prezzo di mercato delle azioni di Gamesa alla chiusura del mercato il giorno in cui è avvenuto il default più un premio del 30%.

Durante l'ultima riunione generale degli azionisti di Iberdrola, tenutasi il 13 aprile a Bilbao, Galán ha dichiarato di aver lasciato la decisione al CNMV per vedere se la Siemens rispettasse le condizioni che consentivano al gruppo tedesco di essere esentato dal lancio di un'offerta pubblica di acquisto per tutta la Gamesa nel processo di fusione. Chiesto da un azionista nell'assemblea generale della società che ha chiesto all'esecutivo di Iberdrola di difendere gli azionisti di minoranza delle decisioni di Siemens nella gestione del produttore di turbine eoliche, Galán ha detto che se la CNMV considerava "i termini non sono rispettati" per coloro che sono stati esclusi dal lancio di un'offerta pubblica di acquisto, sono loro che devono prendere la decisione. "

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close