Notizie

Arte per strada, un antidoto alla noia

Né il freddo né il vento, e nemmeno la difficoltà di trovare un parcheggio, hanno impedito ieri al comune di Puerto de la Cruz di ricevere la visita di migliaia di cittadini disposti a godere di quello che è diventato il la più grande mostra di arti performative nelle Isole Canarie e uno dei festival più importanti in Spagna che offrono arte di strada, Mueca.

C'era per tutti i gusti e anche per tutte le età, il teatro, la musica, l'umorismo, la danza, la narrazione orale, la creatività o il circo. Lo spettacolo si svolgeva praticamente in qualsiasi angolo, traendo sorrisi e applausi, e rendendo Puerto de la Cruz un vero antidoto contro la noia.

Nelle quattro fasi principali, abilitate a El Peñón, Plaza Europa, Espacio Muelle ed Espacio Nicko, non c'era quasi un vuoto per poter godere delle diverse proposte che queste offrivano. Mentre in uno, ad esempio, la fantasia acrobatica di tre della compagnia francese Le Collectif de la Basse Cour ha sorpreso e divertito il pubblico con una scala in legno come protagonista, in un altro, il teatro, l'estetica e l'umorismo dell'azienda Il catalano La Tal ha intrattenuto e incantato i presenti.

Il Festival Internazionale dell'Arte di Calle Mueca, iniziato giovedì scorso e che verrà salutato oggi, ha contato nella sua sedicesima edizione con un totale di 61 compagnie, sei internazionali, sette nazionali e 48 regionali, e con quasi 400 artisti. Oltre ai palchi principali abilitati per le diverse esibizioni, diverse strade nel centro di El Puerto de la Cruz sono diventate anche spazi tematici per godersi l'arte: Del Ingenio, De la Palabra, Del Movimiento, De la Música e le strade di Creativa.

Per i più romanzieri, la programmazione è proseguita di notte nei locali di More Mueca, con spettacoli teatrali, concerti, laboratori di salsa e una fiera del vinile. I negozi, i ristoranti, i bar e i caffè hanno anche beneficiato di questo grande festival di arte all'aperto, in quanto hanno ricevuto la visita di numerosi clienti in questi giorni.

Ieri, le terrazze dei ristoranti e delle mense non avevano quasi tavoli liberi. Anche per poter comprare un hot dog in uno dei chioschi tradizionali di Plaza del Charco, era necessario fare la fila. Turisti e residenti vagavano per le strade dell'area urbana e le diverse fasi principali discutevano su quale spettacolo scegliere in seguito. Puerto de la Cruz era pieno di vita, persone e arte. Il consiglio comunale di Portuense stima che 80.000 persone avranno visitato il comune settentrionale durante questi quattro giorni del festival.

Domenica

Dopo l'intensa giornata di sabato, la domenica continua il festival d'arte, anche se già per dire addio. Le strade tematiche e le tappe principali continueranno a ospitare performance diverse tra le undici del mattino e le due del pomeriggio.

Sul palco di El Peñón verrà sviluppato, dalle undici e mezzo del mattino, El Elefantito della compagnia di Madrid La Canica Teatro. È uno spettacolo rivolto ai bambini di età compresa tra i tre ei sei anni. Sul palco Nicko, la compagnia Dance Up offrirà una mostra, anche alle 11:30. È una competizione freestyle freestyle che affronterà i più audaci ballerini in battaglie uno contro uno.

Sul palco di Piazza Europa, la compagnia francese Le Collectif de la Basse Cour parteciperà ancora una volta al suo spettacolo Le (Doux) Supplice de la Planch all'una del pomeriggio. È una fantasia acrobatica di tre, con una scala di legno come protagonista, che esplora i limiti della prodezza e del rischio. E infine, sul palco del Pier, si terrà anche lo spettacolo La bella addormentata della compagnia canaria Clapso Producciones, a partire dalle 13:00. È una versione aggiornata del classico dei fratelli Grimm, dove nel regno della musica è nata la principessa più desiderata, una futura popstar.

Il festival Mueca ha riconoscimento e sostegno nel settore culturale, sia a livello nazionale che internazionale. Il carattere unico della sua programmazione, la sua concezione partecipativa, la sua messa in scena innovativa e l'attenta organizzazione e produzione degli spettacoli hanno reso Mueca un incontro eccezionale, secondo i suoi organizzatori. Le aziende, i performer e gli artisti che hanno partecipato, così come il pubblico, evidenziano lo sforzo che Mueca impiega, "grazie a un lavoro di produzione di alta qualità che lo colloca tra i festival più importanti in Spagna" di questo tipo.

Nell'arena internazionale, Mueca mantiene strette alleanze in Europa, attraverso il Festival LesTranslatines (Bayonne, Francia), e in America Latina, attraverso il Festival del Teatro di Manizales (Colombia). Il ruolo di Mueca nella fondazione e nel coordinamento dei primi incontri del Transoceanic Forum of Festivals e Street Art Work (FTF) lo collocano sulla mappa dei principali eventi mondiali di questa disciplina. Recentemente, inoltre, Mueca ha avuto un ruolo di primo piano nella creazione della rete Euro-Latin American Performing Arts, espandendo così i suoi legami con l'Europa e l'America Latina.

Ha ricevuto il premio su Canary Knife dal Festival del Sur- Encuentro Teatral Tres Continentes di Agüimes, che assegna questo riconoscimento a persone o istituzioni che lavorano per fare un cultura un'arma per la costruzione di una società migliore.

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close