Notizie

Accoglienza entusiasmante alla scuola Echeyde per i campioni del Teide

Sabato scorso, due studenti del centro Echeyde II, Julio e Javi, hanno partecipato al progetto "3718 sfide" in cui 15 giovani con diversità funzionale avrebbero cercato di incoronare padre Teide. [19659002] Javi arrivò alla stessa vetta che incoronava il cratere alle 18:15 e Julio si fermò a pochi metri da lì.

Ecco perché i suoi colleghi volevano accoglierli al grido di "campioni!"

] 15 giovani con diversità funzionale, come la sindrome di Down, la paralisi cerebrale o l'autismo. Una sfida, salire fino alla cima del Teide, la montagna più grande del paese. E un successo assoluto in un viaggio che può essere definito solo come "magico e meraviglioso", nelle parole di Reyes De Miguel, direttore della Scuola di alpinismo Allé e una delle alma mater del progetto.

Sotto il motto Ogni metro , un'opportunità per crescere, Asociación Activoz ha promosso un'iniziativa per la quale il gruppo, di età compresa tra 8 e 32 anni ha allenato per quasi tre mesi accumulando oltre 100 chilometri di preparazione sotto il la supervisione di un Reyes De Miguel che ha riconosciuto che è stata una giornata "molto emozionante", soprattutto quando ha raggiunto la funivia, " che è stato un momento che è costato ad alcuni ragazzi e, nel farlo, ci sono state molte lacrime nel gruppo. "

Dodici ore

Raggiungere la vetta aiutato da un buon momento che accompagnava la spedizione in ogni momento e, soprattutto, la ricezione quando scendeva dalla funivia (" era pazzesco. famiglia, i vigili del fuoco del Consorzio …) sono stati altri momenti culminanti di una giornata iniziata alle 6 del mattino, quando i partecipanti salirono sul bus che li avrebbe portati al Parco Nazionale, e che durò per 12 ore "di attività, stanchezza, sole … ma i ragazzi hanno risposto in modo spettacolare ", ricorda Reyes De Miguel (19659003). E per le persone che, spontaneamente, sono state aggiunte a la spedizione, con l'esempio di "due ragazzi della Cantabria, che erano in vacanza sull'isola e facevano un'escursione a El Teide e, quando ci hanno visto salire, si sono uniti al collettivo per aiutarci."

Alla fine, gli obiettivi sono stati raggiunti per tutti i partecipanti. I giovani riuscirono a calcare la cima del Teide in una immensa dimostrazione di integrazione e miglioramento e i compagni ricevettero una lezione preziosa, poiché, come conclude Reyes De Miguel, " quello che volevamo mostrare è che questi ragazzi hanno una straordinaria capacità di fare qualsiasi tipo di attività, hanno sofferto, ma sono stati lì e, per me, sono eroi ".

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close