Notizie

I sapori di Güímar – La Opinión de Tenerife

Un menu degno dei migliori ristoranti … e preparato quasi interamente con prodotti della regione di Güímar. È la proposta del famoso chef Braulio Simancas, del ristorante Las Aguas, situato nell'Hotel Bahía del Duque, in una sessione di showcooking tenuta ieri. il patio del consiglio comunale di Güímar, dopo una precedente visita al mercato contadino del comune.

In una massima dimostrazione di amore e uso dei prodotti locali, Simancas, accompagnato da una squadra formata da Eduardo Casanova e Ana Isabel Rodríguez, ha realizzato un menu in cui ha girato la costa, le colture e il bestiame del comune da un punto di vista innovativo, "dare una svolta e rendere i sapori riconoscibili più sottili, ma senza dimenticare l'origine", poiché "il territorio può dare molto più di quanto sappiamo se sfruttiamo il prodotto", come Lo stesso Simancas, che ha osservato che "la cultura di una città inizia con la sua gastronomia".

Prodotti come carne di capra, avocado, formaggio o miele sono stati i protagonisti di un'attività che fa parte del progetto Saborea Güimar che viene proposto come obiettivo principale "per promuovere il prodotto locale così che le sue condizioni di vendita e diffusione sono aumentate e, quindi, è sempre più presente nei ristoranti e nei mercati in tutte le isole Canarie ", con le parole di Gustavo Pérez, primo vice sindaco del comune.

Un menu vicino

Con l'abbinamento dei vini di Brumas de Ayosa (Frizzante, Fruity White e Sobre Lías), il menu degustazione, che i visitatori e i curiosi che sono venuti a provare per controllare in situ il modo di lavorare di uno dei migliori chef dell'isola, iniziò con un consommé di capre; un animale "simbolo di Güímar e, in pratica, la carne per eccellenza delle isole Canarie" e di cui Braulio Simancas ha chiesto al pubblico presente "di richiedere altri prodotti", con l'esempio di burro di capra "molto più sano di quello di mucca".

Il formaggio, altro must della gastronomia di Güimarera, acquistava risalto attraverso una crema, con latte di capra, e accompagnato da pomodoro e basilico semisecco, che veniva accolto con soddisfazione dai fortunati che assaggiavano i piatti che hanno lasciato il lavoro di Simancas e della sua squadra.

La fusione tra mare e terra è stata protagonista con un tartaro di gamberetti, avocado e coriandolo, uno dei piatti che lo chef offre al ristorante Las Aguas e che ha preceduto un altro dei piatti stellati del giorno. Le patate rosa cremose con uova di corral e salsiccia di cane Güímar erano uno dei piatti più celebrati dai partecipanti, mentre Simancas stimava la qualità delle patate rosa del comune e spiegava l'origine della salsiccia di cane ]che ha generato più di una confusione e paura tra i turisti, soprattutto stranieri, scandalizzati di fronte alla possibilità che nelle cucine dell'Arcipelago fosse fatta intarsiare con i cani.

Rivendicazione del polipo

Oltre a mettere in risalto il prodotto locale e la sua qualità, Simancas ha approfittato della giornata per rivendicare altri elementi meno utilizzati nella gastronomia delle Canarie, come "polipo di roccia" , che è catturato sulle rive e ha più sapore ", il quale lamentava che" non abbiamo la cultura dello sfruttamento che hanno, per esempio, in Galizia ". Esempio di questo possibile utilizzo è il mojo di polpo con il quale il menu è continuato, seguito da un falso risotto di patate dolci e pesce salato in cui lo chef non ha ammesso la trattativa: "se la patata dolce non è di Güímar, non la voglio", enfasi speciale sulla qualità di un raccolto a volte sottoutilizzato nella cucina dell'isola e che è stato integrato con un merluzzo che, pur non essendo un prodotto rigorosamente delle Canarie, è legato all'arcipelago attraverso "i primi nordici che sono venuti alle Isole Canarie e lo scambiarono per vino dolce ".

Stufato di capra

Uno stufato di capra con ragù di vino rosso nero e purea rustica con burro di capra ha chiuso la successione dei piatti principali prima di arrivare al momento del dessert, con una combinazione di fragole (che Simancas conosceva grazie a una visita fatta nel settembre dello scorso anno per conoscere in prima persona le opzioni gastronomiche del comune), yogurt e rose da un lato e una zuppa güimarera bevuta con vino dolce e miele ape, che ha chiuso il menu e un giorno in cui gli obiettivi sono stati chiaramente raggiunti: mostra le possibilità gastronomiche dei prodotti Güímar e fallo attraverso l'interpretazione personale di una delle voci della cucina canaria, che è riuscita a trasmettere la sua passione per la tradizione e per un rispettoso aggiornamento della cucina delle Canarie.

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close