EconomiaNotizie

Crisi: è il malcontento, non i mercati | vista

L'Italia e la Spagna si stanno dirigendo verso un avanzamento elettorale a causa della mancanza di governabilità e i mercati sono allarmati. Non è casuale e i mercati, come al solito, reagiscono quando si verificano problemi irrisolti. Dati economici e sondaggi come il recente Eurobarometro hanno fornito chiari segnali sul malcontento dei cittadini nei due paesi e questa è l'origine – molto diseguale – di entrambe le crisi: hanno dato un rinnovato panorama politico e ora esplodono con la crisi del governo

Questo Eurobarometro indica che l'europeismo è aumentato tra i cittadini europei. Gli spagnoli sono ancora i più entusiasti, ma gli italiani si stanno allineando con il più euroscettico e la mancanza di solidarietà con la crisi migratoria ha influenzato questo. Finora la divergenza. Il resto è comune: impoverimento, disuguaglianza, corruzione, cattivi governanti che hanno indebitato il paese e poca fiducia nelle istituzioni nazionali.

Il deterioramento delle istituzioni politiche è palpabile in entrambi i paesi. Si fidano di più nella democrazia europea che nella propria. Di questo già allertato in ottobre il Pew Research Center : due terzi della popolazione di Italia, Spagna e Grecia non è soddisfatta (rispetto al 52% in media nei 38 paesi consultati). In entrambi i paesi la disoccupazione e l'economia sono molto più preoccupate che nel resto, stagnando in Italia, recuperando precariamente in Spagna. Il punto è che per risolvere la situazione c'è una classe politica che non è in grado di superare i disaccordi e concordare sull'essenziale.

Uno dei dati più recenti dell'ultimo Eurobarometro è che gli europei accettano naturalmente i nuovi partiti. I francesi lo hanno dimostrato votando in massa per un movimento politico, quello di Emmanuel Macron, che non esisteva un anno prima delle elezioni. Gli italiani hanno optato per il Movimento a 5 stelle (M5S) e in Spagna, Podemos e Ciudadanos sono consolidati. Alcuni sono cancellati, giustamente, come populisti. Ma non sempre sono limitati a canalizzare lo scontento. È molto probabile che Carlo Cottarelli abbia ragione e che l'implementazione di un reddito di base non sia praticabile come vuole il M5S, ma è anche vero che è urgente porre fine a tanta disuguaglianza. Secondo l'OCSE, i quattro paesi che ne traggono maggiori benefici sono quelli in Grecia, Portogallo, Italia e Spagna.

Per la seconda volta in un decennio, i sondaggi sono ignorati in Italia (ricorda Mario Monti). È un'iniziativa che promette più euroscetticismo, più orgoglio nazionale e più scoraggiamento. Il compito di recuperare l'Italia è arduo e dovrebbe cominciare analizzando con meno pregiudizio le proposte politiche che cercano di migliorare le condizioni di vita dei cittadini e convincendoli che gli interessi nazionali sono quasi sempre meglio difesi da Bruxelles. Non aspettare che i mercati si facciano prendere dal panico.

Puoi seguire le opinioni di EL PAÍS su Facebook Twitter o iscriverti a Newsletter .

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close