Notizie

Avviso di Clavijo sulle "operazioni tattiche" che possono troncare le aspirazioni delle Isole Canarie

"Le operazioni tattiche di alcuni non solo possono gettare via ciò che è stato realizzato fino ad oggi, ma possono troncare le nostre legittime aspirazioni come popolo." È così che ieri il presidente dell'esecutivo regionale, Fernando Clavijo si riferiva all'attuale politica spagnola, guidata dalla mozione di censura del socialista Pedro Sánchez contro il presidente del governo centrale, Mariano Rajoy. L'incertezza generata dagli ultimi movimenti a livello politico nazionale è stata quindi inserita nell'atto istituzionale per la consegna dei tre premi canari e dodici medaglie d'oro quest'anno, tenutesi al teatro Pérez Galdós, in occasione della celebrazione del giorno. delle isole Canarie. Clavijo ha quindi manifestato la sua preoccupazione per le ripercussioni che un ipotetico cambio di governo a La Moncloa può avere nello sviluppo dell'agenda delle Canarie, sebbene abbia messo in chiaro che è consapevole "che i successi di oggi sono il passato di domani".

Le riforme legislative che interessano le Isole e che vengono elaborate nel Congresso dei Deputati – come il regime economico e fiscale (REF) e lo Statuto di autonomia – si sono concentrati nei giorni scorsi sul dibattito politico delle Isole a causa del nuovo scenario che è stato aperto a Madrid a seguito della sentenza del caso Gürtel . Il capo dell'Esecutivo delle Canarie senza riferirsi direttamente a questa situazione, ha indicato durante il suo discorso che ogni giorno inizia un nuovo gioco e una nuova sfida. Clavijo ha sottolineato che il "combattimento" per ottenere un risarcimento per la lontananza e l'insularità dell'arcipelago non si è ancora concluso "perché non finisce mai". "E domani dovremo lottare di nuovo per i nostri diritti con la stessa determinazione che abbiamo mantenuto fino ad ora", ha aggiunto.

In seguito al discorso di Ángel Sánchez, il Premio Letterario delle Isole Canarie 2018 e portavoce di tutti i vincitori del gala, Clavijo ha sottolineato che l'arcipelago difende "i denti e le unghie dal suo patrimonio economico e fiscale". Come ha sottolineato, l'arcipelago ha il rispetto delle "massime autorità" del paese, così ha sottolineato che con lealtà verso lo Stato e la Costituzione spagnola "è in grado di far rispettare i diritti storici" del popolo delle Canarie, "essere rispettato e dare loro il più alto status legale ".

A questo punto il presidente dell'esecutivo regionale si appellò al dialogo e al rispetto delle leggi come spina dorsale di questi risultati, perché, come nella lotta delle Canarie, spiegò, le Isole Canarie raggiunsero i loro obiettivi con nobiltà. "A volte abbiamo perso la presa e, a volte, l'abbiamo vinta, ma il risultato finale è visibile a tutti: abbiamo realizzato cose che sembravano impossibili alcuni anni fa", ha affermato.

Lo sforzo e la pazienza sono stati anche due dei fattori determinanti dei canarini per raggiungere una maggiore prosperità, ha detto. Negli ultimi anni, ha detto, l'arcipelago è stato in grado di affrontare e risolvere i conflitti più gravi. "Senza la vittimizzazione e l'abbandono del ruolo di mendicanti dolenti che alcuni ci accusano di usare, l'abbiamo fatto parlando a tu per tu con Madrid e Bruxelles, perché le Isole Canarie sono l'Europa, ma è un'Europa diversa e lontana", ha detto. Inoltre, Clavijo ha detto che le Isole hanno dimostrato, con cifre e fatti, che la vita in un arcipelago è diversa, una circostanza che richiede, quindi, l'applicazione di politiche diverse.

venti favorevoli

Clavijo ha approfittato del suo discorso per fare anche riferimento alla situazione economica delle Isole. Secondo lui, "i venti sono favorevoli" perché l'economia privata cresce e le risorse pubbliche aumentano. Ha anche sottolineato che "migliaia e migliaia di persone" lasciano la disoccupazione per unirsi nuovamente al mercato del lavoro: "Oggi le Canarie hanno più persone attive che mai e abbiamo contenuto la tragedia della disoccupazione, siamo addirittura una destinazione che importa lavoro, va alla chiamata della prosperità che viene da queste isole ".

Tuttavia, il presidente regionale ha riconosciuto che, nonostante i progressi, ci sono ancora aspetti "che non funzionano come dovrebbero". Clavijo ha evidenziato due fattori in questo senso. Da un lato, la necessità di ottenere una più equa distribuzione della ricchezza e, dall'altro, la convenienza di aumentare i salari "in una classe lavoratrice che è in linea con i salari della Spagna". Ecco perché ha menzionato gli uomini d'affari di piccole e medie dimensioni, poiché ha spiegato che, per quest'ultima circostanza, è vitale che le società delle Canarie crescano di più e diventino più grandi e più forti.

L'importazione di manodopera straniera ha anche rappresentato una parte del suo discorso. Clavijo ha detto nel Pérez Galdós che la sua assunzione non è un sintomo negativo della società delle Canarie, dal momento che significa che le Isole Canarie sono in grado di attrarre talenti come "destinazione per il successo e la prosperità". Tuttavia, ha ricordato che bisogna scommettere prima sugli operai delle Isole "perché sono più preparati e preparati che mai". "Abbiamo una lunga strada da percorrere per rendere la nostra società più giusta ed equa, e dobbiamo lottare affinché molte delle risorse che oggi scivolano dalle nostre mani restino nelle Canarie", ha riconosciuto.

Nonostante questi passi che devono ancora essere presi, il capo del governo delle Canarie ha dichiarato di sentirsi orgoglioso, perché è un orgoglio che non cieca. Ma si rammarica che al momento sia più facile insultare che ascoltare e essere più frequenti distruggere che costruire. In questo senso, Clavijo ha detto di volere più persone per l'arcipelago, come i tre premi delle Canarie e le dodici medaglie d'oro, "persone che pensano in modo diverso, uomini e donne che hanno idee opposte, ma che raccolgono risultati importanti per loro, per altri e per le isole Canarie ".

Il presidente dell'Esecutivo regionale ha sottolineato il valore di Ángel Sánchez, Los Gofiones e Sergio Rodríguez, Canary Awards 2018 nelle categorie di letteratura, cultura popolare e sport, rispettivamente, e l'impegno a migliorare e progresso della società, così come il suo lavoro di conservazione della tradizione canaria, delle dodici medaglie d'oro, concesse quest'anno all'Association of Affected Flight JK5022, il movimento femminista, l'Associazione Fuerteventura contro il Cancro, le due confederazioni Le associazioni imprenditoriali delle Canarie, le associazioni canarie di memoria storica, il mercato Nostra Signora d'Africa "La Recova", Rosanna Simón, Manuel Santacruz Palenke Concha Jerez, Antonio Cabral, Alcira Padrón e le loceras gomeras.

Clavijo ha sottolineato, a sua volta, che nei quattro decenni in cui le Isole Canarie hanno avuto la responsabilità di governare, è riuscito a generare ricchezza, aumentare l'istruzione e migliorare la qualità della vita delle persone. Sia l'inizio che la fine del discorso, il presidente delle Canarie ha confessato di non essere un uomo di grandi parole, ma di grandi sentimenti, per i quali ha riconosciuto di provare emozione quando ha visto come il popolo delle Canarie è stato in grado di continuare a remare, incluso nei momenti peggiori. Il capo del governo delle Canarie ha sottolineato che, sebbene una volta le Canarie fossero considerate una "terra povera" e un luogo di esilio, analfabetismo e arretratezza, ora è considerata una regione privilegiata per vivere.

Ed è, ha detto, a causa delle condizioni naturali delle Isole. Il suo clima e la sua diversità di paesaggi rendono possibile, come sosteneva, "fare il giro del mondo su otto isole".

Il talento è, inoltre, un'altra punta di lancia della regione. "Ovunque vadano i canarini oggi, lasciano un segno profondo del loro valore", ha detto il presidente dell'esecutivo regionale. L'investimento nel capitale umano e l'aumento dei fondi è stato un fattore determinante, come ha sottolineato, in modo che la società delle Canarie sia "più colta" e "meglio preparata che mai". Il presidente dell'esecutivo regionale ha affermato, a sua volta, che i giovani delle isole si stanno impegnando sempre di più e le aziende "iniziano ad alzare la testa" per prendere il loro giusto posto. Tutto, ha insistito ancora una volta, con impegno e pazienza. "Ciò che è ben piantato, anche se cresce lentamente, lo fa con fermezza e costanza", ha concluso.

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close