Notizie

L'aeroporto Reina Sofia riapre di notte dopo il miglioramento della pista

L'aeroporto Reina Sofía è di nuovo operativo 24 ore da questo sabato. L'aerodromo meridionale riapre di notte dopo il miglioramento delle prestazioni sulla pista che lo ha tenuto chiuso dalle 23:30 alle 18:00 per tre mesi. Come riportato da Aena, i lavori sulla rigenerazione del manto stradale del campo di volo si sono conclusi alle date previste e questo venerdì sarà l'ultima notte in cui i lavoratori stanno lavorando.

Durante i tre mesi in cui i lavori sono durati, Hanno iniziato il 3 aprile, c'è stata solo una deviazione per Gran Canaria. Fu un volo da Barcellona che decollò più tardi del previsto all'aeroporto El Prat e passò la notte nell'aerodromo di Gran Canaria. Aena sottolinea che, sebbene l'aeroporto di Fuerteventura sia rimasto aperto di notte come alternativa alla chiusura della Reina Sofía "il suo uso non era necessario."

L'azione che è stata condotta nell'aeroporto di Tenerife Sud consisteva nella rigenerazione del pavimento del campo di volo, alcuni lavori in cui sono stati investiti circa 4,7 milioni di euro. In particolare, la Reina Sofía, uno degli unici aeroporti delle Canarie che ha voli notturni vicino all'aeroporto di Gran Canaria, era fuori servizio dalle 11:30 fino alle 06:00

Ciò significa che nessuna compagnia Ryanair che ha diverse rotte che atterrano nella Reina Sofía dopo la mezzanotte. Così, il basso costo irlandese ha cancellato praticamente tutti i suoi voli con origine o destinazione nella Reina Sofia tre mesi che l'aeroporto è rimasto inoperoso di notte. Erano 312 voli che Ryanair offre settimanalmente con destinazioni nazionali importanti come Barcellona e che, se si stima una media di 180 persone per aereo, potrebbero lasciare fino a 60.000 passeggeri a terra.

Tuttavia, sulla perdita dei voli Oltre ai cambiamenti commerciali e ai cambiamenti nel programma delle rotte in partenza o in arrivo alla Reina Sofía, Aena ha spiegato che "tutte le compagnie sono state informate prima della conferenza sull'assegnazione delle bande orarie – autorizzazione di decolli e atterraggi – in modo che potessero adattarsi alle ore di funzionamento disponibile durante questi tre mesi. "

Questa situazione ha riaperto il dibattito sulla necessità di un secondo indizio nella Reina Sofía. Imprenditori e sindaci del sud hanno ripetutamente e "con urgenza e urgenza" richiesto la costruzione di questa seconda pista, ritenendo che sia "assolutamente necessario" mantenere il settore turistico dell'isola al vertice.

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close