EconomiaNotizie

Per giudicare il vertice | economia

Il vertice europeo di oggi e di domani arriva tempestoso. Frammentazione tra populismi xenofobi e il resto: con insulti senza precedenti in italiano. Divisione tra immobilisti dell'unione monetaria e riformatori, con insoliti incroci di documenti l'uno contro l'altro: il fronte del rifiuto nordico capitanato dalla New Britannica Holland e distaccato dall'Est, contro l'asse franco-tedesco distaccato dalla Spagna.

non è riuscito a imporre le sue tesi in precedenza, come è successo prima; deve lavorare duro per estendere l'architettura dell'euro. Ma ha modulato l'agenda. La Dichiarazione di Meseberg (19/6) tra il cancelliere Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron contiene molti degli elementi proposti sia da lui che dalla Commissione europea; Ridotto dal pennello tedesco. È un Macron meno un programma.

Ma è ancora riconoscibile. Ha tre gambe. Il primo è l'espansione del Financial Stability Mechanism o del fondo di salvataggio (ESM): sarà dotato di un firewall (circa 50.000 milioni); può fornire linee di credito precauzionali per liquidità a breve termine, come il Fondo monetario internazionale; e in futuro può essere integrato nel quadro comunitario, il che implica un ruolo maggiore per la Commissione europea. Può essere "ribattezzato" (come FME).

Ci sono due punti spinosi: uno è la possibile introduzione nel debito dei partner di "clausole di azione collettiva". Non è l'imposizione di un ritiro automatico se si riceve aiuto dall'ESM, come voleva Wolfgang Schäuble, ma anche così questo elemento potrebbe scatenare il panico di alcuni investitori. Alcuni ricordano la passeggiata di Deauville tra il cancelliere e Nicolas Sarkozy, nel 2010. Precipitò l'orrore dei mercati, annunciando che i creditori privati ​​sarebbero stati soggetti alla ristrutturazione (e al forte deprezzamento) delle loro obbligazioni. Un altro, la capacità che è concessa di valutare i paesi salvati: quella funzione potrebbe entrare in collisione con Bruxelles.

La seconda tappa è completare l'unione bancaria: dà priorità alla riduzione dei rischi prima di condividerli, "nella sequenza appropriata "; e accesso al firewall ESM per attivare la riconversione e il fondo di risoluzione bancaria. Se i rischi (ad esempio, della banca italiana, che ha il 20% di crediti inesigibili) sono ridotti a un buon ritmo, il firewall sarà in anticipo rispetto al programma (2024). Altrimenti no

Questo strumento sarà finanziato da contributi straordinari della banca per cinque anni. Il punto più debole è il fondo di garanzia dei depositi, che rimane etereo: agirà solo quando i rischi saranno ridotti (e i risparmi del negoziante tedesco non coprono i crediti inesigibili che il suo collega italiano ha firmato). Non incorpora una misura flessibile suggerita da diversi economisti: condividere i rischi già, ma solo quelli futuri (non quelli accumulati), su una base tecnica comune.

E infine il bilancio della zona euro (doveva andare all'ordine del giorno) . Pochissimi dettagli: né sulla dimensione, né sui suoi obiettivi generici (competitività, concorrenza, stabilizzazione), né sul fatto che si fermerà all'indebitamento. Sarebbe istituito nel quadro dell'UE; sarebbe alimentato da tre fonti, come contributi nazionali, raccolta di alcune tasse e risorse dell'UE. Si riferisce anche a un "Fondo di stabilizzazione assicurativa contro la disoccupazione", senza specificare

Se questo è Meseberg, Macron meno uno, le successive conclusioni dell'Eurogruppo del 25 giugno sono Macron meno due: tutto in modo condizionale, in punta di piedi , in muto.

Qual è il punto nel valutare l'esito del summit? Nel suo rapporto annuale The State of the EU, la Fondazione Alternatives propone tre test di cotone: avviare il firewall; continuare "progredire nella progettazione dell'ESM" per diventare un FEM; e "per continuare lo sviluppo dell'unione bancaria" con la "introduzione graduale di un sistema europeo di garanzia dei depositi".

Con quale densità dovrebbe essere dato tutto questo? L'autore del capitolo, Manuel de la Rocha, suggerisce il criterio di "progressi significativi". In relazione alle aspettative o ai bisogni? E il budget?

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close