Notizie

Una notte per conquistare le stelle

Il cielo infinito sopra le teste, un'enorme palla bianca che irradia luce in mezzo all'oscurità e il mistero dell'immensità dello spazio che volava nell'aria. Questa è la notte perfetta per intraprendere l'avventura di conquistare le stelle in uno dei posti migliori al mondo per questo: il Parco Nazionale del Teide . Una missione speciale che può essere giocata da tutti coloro che osano godersi una delle attività organizzate da Volcano Teide: quella di sbirciare nell'universo e dipanarne la bellezza un po 'più vicina, a 2.400 metri di altitudine.

"Amo le stelle e l'universo, così alla mia prima visita sull'isola non potevo mancare qualcosa del genere", dice Amaia Sanz, arrivando a Tenerife da Pamplona. Il turista, che non può negare la luminosità speciale che i suoi occhi trasmettono mentre contempla il cielo affascinato, sostiene che l'escursione sta superando le sue aspettative. "È incredibile, la guida spiega molto bene e siamo così vicini a tutto ciò che sembra un sogno", dice prima di continuare nella sua particolare caccia di pianeti, stelle e ammassi galattici a milioni di anni luce di distanza.

Questa parte dell'attività, quando il sole è già stato sparato e ha lasciato il posto alle sfere luminose della notte, è la ciliegina sulla torta. Attraverso un telescopio professionale e con le esaurienti descrizioni di Nastascia Balsassari -guide del vulcano Teide-, i visitatori possono suonare per toccare il cielo. Innanzitutto, disegnando le costellazioni nel cielo e lasciandosi guidare dall'Orsa Maggiore; poi, esaminando attraverso l'occhio dello strumento ottico vecchie stelle, agglomerati di migliaia di masse luminose e fino all'anello di Saturno. In questa occasione, c'è anche un regalo speciale. "Stiamo per fare una foto ricordo della luna piena attraverso il telescopio", dice Baldassari mentre cattura con i cellulari dell'escursionista un'istantanea del satellite lunatico che li lascia a bocca aperta.

Ma la visita inizia molto prima, verso le 18:00, quando il gruppo entra in uno degli osservatori più importanti del pianeta. Lì, Isaac Gabay sottolinea che godersi gli oggetti celesti nel cielo puro e pulito del Parco Nazionale del Teide "era obbligatorio" nel suo passaggio attraverso le Isole Canarie. "Stavo cercando un'escursione romantica che mi permettesse di sapere qualcosa di più sull'universo", spiega Gabay, aggiungendo che "Penso di aver fatto tutto bene".

Durante questo tour privilegiato delle installazioni dell'Osservatorio del Nord Europa in cui gli utenti possono persino entrare in uno di questi enormi sensori la guida spiega, ad esempio, che In questo spazio è possibile contemplare 83 delle 88 costellazioni ufficialmente riconosciute o che qui, in estate, si può godere della visione chiara della Via Lattea. La visita di questo giorno e in cui viene fatta anche un'osservazione solare, si conclude con il timbro degli ultimi raggi del sole che si nascondono sulla montagna di Guayota . Un'esperienza completa di oltre sei ore disponibile sul sito web della funivia di Teide -www.volcanoteide.com –

Source link

Show More
Quiere un sitio web como eso? Escribe nós

Related Articles

Lascia un commento

Close